Federazione CislSCUOLA

Si è insediata in data odierna, presso l'Aran, la Commissione sull'ordinamento professionale personale ATA prevista dall'art. 34 del CCNL Istruzione e Ricerca del 19 Aprile 2018.
La delegazione dell'ARAN , presieduta dal Dott. Mastrogiuseppe, oltre all'insediamento ha provveduto ad approfondire i compiti della Commissione ribadendo che le finalità sono di prevedere una fase istruttoria per la classificazione professionale del personale ATA in una logica di evoluzione dei profili.
Al fine di favorire un approfondimento, è stato consegnato alle OO.SS. presenti un dossier di sintesi del sistema di classificazione professionale del personale ATA così come previsto dal CCNL in vigore con dati statistici riguardanti la distribuzione personale per profilo professionale, distribuzione per titoli di studio e distribuzione per età anagrafica.
Nel corso dell'incontro è stato più volte ribadito da parte dell'ARAN che la Commissione dovrà necessariamente tenere conto del contesto legislativo esistente in quanto il rapporto di lavoro nel pubblico prevede, anche nella regolazione della classificazione in cui si inseriscono i profili, alcune norme richiamando in modo particolare il D.Lvo 165/01 e il D.Lvo 75/2017, art. 22 nella parte che riguarda la possibilità di riservare il 20% dei posti per la mobilità professionale con procedura selettiva.
Quindi, come metodo di lavoro si partirà dall'analisi della situazione attuale ( problemi e criticità degli attuali modelli) per arrivare successivamente ad una proposta.
La Commissione, al termine del proprio lavoro a carattere istruttorio, produrrà una relazione che sarà, si auspica, un punto importante da cui partire per il rinnovo del CCNL.
La Cisl Scuola con il suo intervento ha ribadito la necessità di riscrivere mansione/profili mantenendo l'attuale impostazione di AREE trattandosi di figure professionali che non sono statiche ed inserite nella comunità scolastica e pertanto inserite in un contesto diverso dal resto della Pubblica Amministrazione.
Abbiamo inoltre ribadito come sia indispensabile che ogni revisione del profilo debba essere accompagnata successivamente da un riconoscimento economico e che sia opportuno far ripartire, in tempi veloci, le procedure per il ripristino della mobilità professionale.
La Commissione riprenderà i propri lavori in tempi brevi .


Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più consulta l’informativa estesa sui cookie. Proseguendo la navigazione, acconsenti all’uso dei cookie.